Amedeo Tecchio

#Amedeo Tecchio

Amedeo Tecchio, libero professionista tecnico/istruttore di tecnologie automobilistiche e carburanti, classe 1961 è appassionato da sempre di fantascienza. Sin da giovane, a 16 anni, dopo aver visto al cinema nel 1977 per tre volte di seguito Guerre Stellari si è portato la passione della vecchia trilogia negli anni fino a collezionare, ad oggi, oltre 15000 oggetti dedicati alla saga custoditi gelosamente in un magazzino chiamato “la bettola di Yoda”. Dagli anni ’90 ha collaborato con molte associazioni di Star Wars, alla fondazione nel 2001 del gruppo dedicato al costuming imperiale 501 Italica Garrison e nel 2009 al gruppo Rebel Legion Italian Base e per 5 anni ne è stato presidente. Ha organizzato e seguito diversi importanti eventi tematici italiani e collaborato con Disney. Nel 2004 si è autocostruito uno dei primi droidi R2-D2 italiani a radiocomando e a grandezza naturale; qualche anno dopo segue il droide protocollare C-3PO indossato dalla moglie Marisa. Ha gestito l’associazione Galaxy per diversi anni dove ha seguito, coordinato e collaborato alla costruzione e gestione di diverse props in scala come il Landspeeder e l’X-Wing di Luke Skywalker, la replica di Jabba the Hutt e sviluppato molte scenografie usate ancora oggi nei più importanti eventi. Alla StarCon 2019 presenta tre conferenze a tema Star Wars dedicate alle musiche di John Williams, una sintesi della raccolta di oltre 500 citazioni di Guerre Stellari riportate nei film e un approfondimento su George Lucas e dove ha attinto le ispirazioni per produrre la saga più famosa del mondo.