“Harry Potter ieri, oggi e domani” di Chiara Codecà Giornalista, traduttrice letteraria e consulente editoriale, Chiara Codecà vive a Pavia, lavora a Milano e ogni volta che può vola a Londra. Scrive di editoria per ragazzi, crossmedia e di fan culture, studiando i contributi culturali e l’impatto dei fan sulle opere di cui sono appassionati.
 La Forza sia con voi” e con Paolo Gulisano, scrittore e ospite della Starcon Italia 2018!! Un graditissimo ritorno. Paolo Gulisano è nato a Milano nel 1959 e risiede a Lecco. Medico di professione e scrittore per passione, ha pubblicato una trentina di volumi in gran parte dedicato alla Letteratura del Fantastico: dai miti celtici
E a condurre la conferenza “Before Trek – La fantascienza cinematografica degli anni Cinquanta” con Marcello Rossi, alla Starcon Italia 2018 ci sarà anche Cesare Cioni! Cesare Cioni è nato a Bologna nel 1959, e si interessa di cinema fin dagli anni Settanta, quando a Genova ha contribuito a fondare uno dei primi cineclub genovesi,
Max Gobbo alias Massimiliano Gobbo (1967), è diventato in pochi anni una delle voci più interessanti del fantastico italiano grazie alle sue fortunate e originali invenzioni letterarie. E’ autore di diversi romanzi e racconti che rileggono in chiave “retrofuturista” la storia d’Italia,  come “Garibaldi e i mostri meccanici”  e  “La Maschera nera”,  e di opere
Alessandro Fambrini: docente all’Università di Pisa, si è occupato di letteratura tedesca dell’Ottocento, e in particolare delle costellazioni letterarie fiorite intorno al periodo del Fin de siècle, con saggi e articoli su Tieck, Heine, Hebbel, Stifter, Wagner, Nietzsche, e con la monografia L’età del Realismo (Roma, Carocci 2006). La sua ricerca si è rivolta anche
Non c’è fine alle sorprese che rivela la STARCON! E’ il momento di annunciare l’ospite d’onore della Italcon, ed è veramente un nome “con i fiocchi”, dal momento che si tratta nientemeno che di Charles Stross! Sì, avete letto bene: proprio Charles David George Stross, l’eclettico scrittore inglese (nato nel 1964) i cui lavori spaziano